Decolla anche l'ashtanga yoga ai teva extreme outdoor games

Oggi al sorgere del sole l'ashtanga yoga ha fatto ufficialmente il suo ingresso nei Teva extreme Outdoor Games 2010.

La caratteristica principale di questa disciplina è una sequenza predefinita di movimenti yoga concatenati con il respiro:  il metodo "vinyasa". 

Una decina di persone hanno deciso di alzarsi al levar del sole per iniziare a conoscere questo tipo di pratica che normalmente viene fatta all'interno di una "shala" (spazio coperto dedicato alla pratica dello yoga) per circa un ora e trenta.

L'idea di abbinare una pratica orientale a degli sport "estremi" nasce dalla volontà di migliorare la consapevolezza del proprio corpo imparando a sfruttare al meglio le proprie abilità fisiche e mentali. Parametri che possono essere decisivi per una vittoria soprattutto nelle gare "extreme".

E' indispensabile in controllo del corpo in tutte le discipline presenti ai Teog 2010: nella salita della parete di boulder, nella discesa con la MTB, nell'affrontare le rapide del canale con il kayak e anche correndo in montagna nel trail.

Equilibrio, forza, flessibilità e controllo del respiro sono i "must" dell'ashtanga yoga.

Questa mattina ad insegnare questa particolare pratica c'era Laszlo Krutek, insegnante e praticante di ashtanga yoga nonchè posturologo presso la scuola di Ashtanga vinyasa yoga e il centro ARA Pilates Studio di Milano.

Domani mattina nuovamente un saluto al sole sempre con la pratica di ashtanga yoga.  Vi aspettiamo numerosi!!