Si concludono gli EAD 2015: un grande successo

in

L'ultima giornata degli Eporedia Active Days si è aperta con la corsa, la Active Run, che ha visto più di cento runner misurarsi sul percorso di 18,4 chilometri. Un tracciato misto sterrato e asfalto, con partenza e arrivo presso lo Stadio della Canoa. A tagliare il traguardo, per primi insieme, Enrico Cigna e Pietro Garbo con il tempo di 1h18'41”, davanti al terzo classificato Fabrizio Vigè con 1h19'27”. Fra le donne, successo per Lara Paganone che ha completato la sua prova in 1h29'04”, davanti a Genny Garda con 1h32'14” e Iva Borgesio con 1h32'36”.

Tantissimi i bambini che hanno partecipato alla Junior Bike, che guidati dalle indicazioni di Emanuela Bettini, hanno percorso un giro di 12 chilometri per le strade che circondano la città di Ivrea. Per i tanti appassionati biker, una bellissima sorpresa con la presenza di Paola Gianotti, eporediese che con la sua bici ha girato tutto il mondo.

La giornata è proseguita con le finali di kayak della specialità Boater Cross, che ha visto trionfare Paolo Ronga davanti ad Andrej Bijublic e Theo Bellotti. Infine, la Tito Traversa Boulder Cup, con le categorie Under 14, 12 e 10. Fra gli Under 10 sono stati premiati Elisa Zappini, Giukia Ortalda e Amy Marin fra le ragazze e Nikolay Rusev, Nicolò Petris e Simone Parravicini fra i ragazzi. Negli Under 12 podio composto da Greta Zappini, Sofia Molinaro e Matilde Monticelli nella gara maschile, da Alessandro Mele, Slav Kirov e Anselmo Bazzani in quella maschile. Fra gli Under 14 vittoria di Agnese Billò davanti a Giorgia Cavalli e Martina Pinza fra le ragazze, di Mihele Bono davanti ad Alessandro Pucci Manildo e Christian Chiozzotti fra i ragazzi.

Gli Eporedia Active Days 2015 hanno dimostrato una crescita costante per quanto riguarda la promozione dello sport outdoor, del divertimento legato alla competizione sportiva e di un evento multidisciplinare dedicato ai giovanissimi e alle famiglie. La scelta del comitato organizzatore di affiancare alcune novità accanto a delle conferme, è stata vincente. Infatti, il Boulder ha visto aumentare il numero dei partecipanti e il livello tecnico è notevolmente aumentato. La Active Run e l'Orienteerig sono state molto apprezzate e partecipate e anche le prove per i più piccoli hanno visto moltissimi bambini prendere parte con entusiasmo. La novità dello Slackline ha riscosso un grande successo e le prove di subacquea, canoa e arrampicata per bambini sono state ancora una volta molto frequentate. Gli EAD, anche quest'anno chiudono con grande soddisfazione, che è stata espressa anche dagli atleti e dal pubblico: più di 400 gli atleti che nei tre giorni di gare hanno preso parte alle diverse discipline. Ivrea è stata per un week end il centro dello sport outdoor.

Ora, non resta che dare appuntamento al 2016, con un'edizione che sarà nuovamente ricca di sorprese e di spettacolo.